Nel carisma di don Didimo c'era anche la vocazione all'impegno politico-amministrativo. Esso non è frutto di spontaneismo, né di volontà organizzata di potere.

Si comincia con La Dieci che è preghiera e offerta della vita per la salvezza della propria città e si continua con l'educazione alla responsabilità nel Comune dei Giovani. Si approfondiscono le ragioni della fede e delle questioni culturali e sociali nella Scuola di Cultura Cattolica. Alla fine, per vocazione, il Consiglio delle Opere di don Didimo manda alcune persone a candidarsi negli organismi di quartiere, nelle rappresentanze scolastiche, nel Consiglio Comunale.

In oltre quarant'anni di presenza decine e decine di persone (tra cui molti assessori e due sindaci) hanno testimoniato la bontà del carisma di don Didimo con l'onestà del comportamento, con il servizio al bene comune, con la testimonianza della verità.

Oggi l'impegno socio-politico è coordinato da un Consiglio Direttivo che promuove assemblee di approfondimento e di dibattito sui temi legati
 all'amministrazione locale e nazionale.



IL CONSIGLIO PER L'IMPEGNO SOCIO-POLITICO


Presidente: Bizzotto Gianpaolo

Segretario: Torresan Luca

Consiglieri: Marin Roberto, Mariotto Andrea, Meneghetti Edoardo, Meneghetti Francesca, Teosini Paola