È in programma per lunedì 5 marzo alle 20 presso l’Hotel Palladio il secondo incontro del ciclo primaverile di conferenza organizzate dalla Scuola di Cultura Cattolica. Ospite della serata sarà la giornalista e scrittrice Costanza Miriano, che presenterà il suo ultimo libro recentemente dato alle stampe per i tipi di Sonzogno “Si salvi chi vuole. Manuale di imperfezione spirituale” (pp. 160, 15,00 €).

Tutto parte dalla volontà di capire “come si fa a organizzare una vita spirituale nelle nostre giornate troppo connesse, compresse, piene di urgenze che altri hanno deciso per noi” e trovare quindi uno spazio per curare il proprio rapporto con Dio. “Recintare uno spazio per l’incontro con Dio – si legge nella presentazione del volume – e cercare di difenderlo a ogni costo è decisivo per la nostra felicità, eppure molti di noi procedono improvvisando, a tratti, con le energie residue, quando si ricordano”.

Costanza Miriano (che simpaticamente si autodefinisce “moglie carente, madre limitata, lavoratrice in ritardo”) propone una ricetta semplice e alla portata di tutti: “preghiera, Parola di Dio, confessione, Eucaristia e digiuno”. Una sorta di monachesimo moderno, wi-fi (“una fedeltà senza fili. Siamo fedeli al nostro monastero senza essere legati da nessun filo, da null’altro che il desiderio di amare e far amare Dio, e di essere insieme in questa avventura”), perché “è necessario un cuore monacale, allenato come un ranger, per trovare il modo di pregare nelle nostre vite iperconnesse quando tutto sembra congiurare contro la preghiera e il silenzio”.

Costanza Miriano ha lavorato per 15 anni al Tg3, attualmente lavora per Rai Vaticana e collabora con altre testate giornalistiche. È autrice, oltre che del volume che verrà presentato lunedì, di altri volumi che hanno riscosso grande successo in libreria. Fa inoltre parte del Comitato Difendiamo i Nostri Figli, che ha organizzato i due Family Day a piazza San Giovanni il 20 giugno 2015 e al Circo Massimo il 30 gennaio 2016.