Con il mese di febbraio 2018 si aprirà anche per la Scuola di Cultura Cattolica una nuova stagione di incontri aperti a tutta la città.

Quattro appuntamenti per i mesi di febbraio, marzo, maggio e giugno con personalità di grande rilevanza che, come spiega la Presidente Francesca Meneghetti, “affronteranno da diverse angolature un unico tema di fondo: ogni esistenza porta in sé una speranza di salvezza. Quale risposta può dare la Fede all’uomo contemporaneo?”

L’inizio del ciclo primaverile è per lunedì 5 febbraio con la presenza di padre Giuseppe Barzaghi o.p., sacerdote domenicano nato a Monza, docente di Teologia fondamentale e dogmatica e di Filosofia teoretica. Senza dubbio un oratore interessante considerato che, come spiega Meneghetti, “padre Barzaghi ogni domenica alla messa delle 22.00 in San Domenico a Bologna riempie la basilica fino al portone”. A Bassano terrà la conferenza di apertura dal titolo “L’affascinato affascina. Dove appoggia la fiducia? I fondamenti della speranza cristiana”.

Il 5 marzo sarà invece per la prima volta in città la scrittrice Costanza Miriano: il suo libro “Sposati e sii sottomessa” (2011) è diventato un caso letterario in Italia e all’estero. Giornalista in RAI e scrittrice, Miriano presenterà “Si salvi chi vuole. Manuale di imperfezione spirituale”, la sua ultima pubblicazione. “Come si fa a organizzare una vita spirituale nelle nostre giornate troppo connesse, compresse, piene di urgenze che altri hanno deciso per noi?”, scrive. L’autrice prova a proporre una regola di vita per “recintare uno spazio con Dio”.

Il 7 maggio tornerà in città l’avv. Mauro Ronco, per un incontro già previsto nello scorso mese di novembre, ma annullato per un impedimento dello stesso prof. Ronco. Presidente del Centro Studi Rosario Livatino, il prof. Ronco affronterà il tema del diritto che va contro la vita, argomento tornato negli ultimi mesi particolarmente attuale.

Il 4 giugno, infine, chiuderà il ciclo un incontro con una testimonianza forte e personale: la scrittrice e giornalista Milly Gualteroni porterà la propria personale esperienza di conversione e di vittoria sulla depressione in una conferenza dal titolo “Strappata all’abisso. Dagli psicofarmaci alla fede”, che è anche il titolo di un suo libro uscito nel 2015.

Gli incontri, a ingresso libero, si terranno alle ore 20 presso l’Hotel Palladio, in via Gramsci 2 a Bassano del Grappa, e prevedono una relazione da parte dell’ospite seguita da uno spazio per le domande del pubblico.